Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Real Heroes

Data:

11/07/2021


Real Heroes

L'Istituto Italiano di Cultura presenta, ad Atene, REAL HEROES.

Cos'è
REAL ΗΕROES è una performance itinerante e immersiva che intende raccontare alcune vicende di forte impatto sociale, che appartengono alla storia contemporanea italiana, urugaiana e cilena, utilizzando tanto l'esperienza fisica degli spettatori quanto quella virtuale e immersiva, grazie all'utilizzo di tecnologie quali Audio 360 e Virtual Reality.

Come funziona
Un gruppo di spettatori si muoverà nella propria città, dopo aver ricevuto gli strumenti e le istruzioni per partecipare a REAL HEROES, e mentre la voce di uno dei protagonisti parlerà loro in cuffia e racconterà di quei luoghi dal suo punto di vista, gli spettatori faranno esperienza di spazi già conosciuti con sguardo e stimoli del tutto inediti: quelli del narratore invisibile.
In alcune tappe del viaggio, gli spettatori troveranno i visori per l'esperienza di Virtual Reality, attraverso i quali viaggeranno nei ricordi del protagonista, nelle sue memorie e nel suo passato.
Lo spettatore diverrà così egli stesso il protagonista e grazie alle tecnologie di realtà virtuale si trasformerà in una sorta di avatar del personaggio. Dal viaggio fisico nello spazio materico-scenico si passerà al viaggio nello spazio virtuale, in un ambiente insieme realistico e onirico, al ritorno del quale, lo spettatore prenderà parte alla drammaturgia della performance con tutt'altro animo, con partecipazione maggiore e con livello superiore di empatia.

Di cosa parla
Protagonisti di Real Heroes sono tre padri obbligati ad allontanarsi dai loro figli.

Gianluca, Catanzaro (Italia).

Dopo aver perso il lavoro ed essersi separato dalla moglie, per garantire a suo figlio una vita felice e serena, è costretto a vivere in macchina. Quel luogo. la sua automobile, diventa per padre e figlio, il posto più intimo e magico che esista-

Sebastian, Conceptiòn (Cile).

La polizia segreta della dittatura di Pinochet gli ha sequestrato i figli, a causa delle sue lotte da attivista, così decide, per farli liberare, di cospargersi di benzina e paraffina, e, infine, di darsi fuoco, sul sagrato della cattedrale della sua città.


 

Informazioni

Data: Dom 11 Lug 2021

Ingresso : Libero


Luogo:

Atene

1079