Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Dante e il Grande Viaggio

Data:

01/01/2021


Dante e il Grande Viaggio

Il 2021 è l’anno del settecentenario della morte di Dante Alighieri, avvenuta a Ravenna, suo luogo d’esilio, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Dante è considerato il padre della lingua italiana; la sua fama è dovuta alla paternità della Comedìa, divenuta celebre come Divina Commedia e universalmente considerata la più grande opera scritta in lingua italiana, nonché uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale. Importante linguista, teorico politico e filosofo, Dante spaziò all’interno dello scibile umano, segnando profondamente la letteratura italiana dei secoli successivi e la stessa cultura occidentale, tanto da essere soprannominato il “Sommo Poeta” o, per antonomasia, il “Poeta”.


“Dante e il gran viaggio” è il titolo di una trilogia di video che raccontano l’intera Divina Commedia. La narrazione, intervallata dalla recitazione di passi salienti, segue l’itinerario compiuto da Dante nel suo poema attraverso tutte le tappe che il poeta fece compiere al proprio spirito di pellegrino e di uomo assetato di conoscenza. La complessa architettura delle tre cantiche ci proiettano in un viaggio di purificazione fino al raggiungimento dell’illuminazione che Dante ravvisava della gloria di Dio. Un cammino non solo spirituale ma anche politico, intellettuale, religioso, culturale. Durante questo percorso l’intera Europa di quel tempo viene sottoposta al giudizio implacabile di Dante che in forza della sua visione dell’ordine terreno attribuisce ai protagonisti della sua vita e della storia ora la dannazione, ora il pentimento, ora la salvezza nella luce di Dio. Gherasimos Zoras

LA REALTÀ VIRTUALE DI UN GRANDE VIAGGIO

Nel 1921, in occasione del seicentesimo anniversario dalla morte di Dante, Kostìs Palamàs, il poeta nazionale greco, ebbe modo di scrivere: «La Nuova Grecia […] sembra essere sempre stata molto ansiosa di mostrare di non ignorare l’opera di Dante, di essere interessata a essa, di studiarla, di ammirarla, di trarne ammaestramenti e insegnamenti, di essere pronta a interpretarla, a diffonderla, ad assimilarla nella propria civiltà letteraria».
In parallelo, come ammetteva in una lettera scritta nello stesso periodo, egli aveva intenzione di comporre un poema di ampio respiro che fosse «un inno rivolto a Dante, scritto nel difficilissimo metro della terzina».

Dante e il gran viaggio - Inferno

Dante e il gran viaggio - Purgatorio

Dante e il gran viaggio - Paradiso

Informazioni

Data: Da Ven 1 Gen 2021 a Ven 31 Dic 2021

Ingresso : Libero


1095