Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

XIX Giornata del Contemporaneo

Giornata del Contemporaneo definitivo (1)

In occasione della XIX Giornata del Contemporaneo, promossa dall’Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani, Ministero della Cultura e Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, siamo lieti di invitarvi alla conferenza

 

ECOLOGIE IRREQUIETE

una discussione con Caterina Riva, Daphne Vitali e Jennifer Nelson

17 ottobre 2023

ore 18.30

Istituto Italiano di Cultura

Patission 47, Atene

 

Giunta alla diciannovesima edizione, la Giornata del Contemporaneo coinvolge come sempre musei, fondazioni, istituzioni pubbliche e private, gallerie, studi e spazi d’artista su tutto il territorio nazionale, raccontando la vitalità dell’arte contemporanea nel nostro Paese. Anche quest’anno, per favorire e valorizzare la partecipazione più ampia possibile, manterrà un formato ibrido, fisico e digitale, con proposte online e offline.

Il filo conduttore della Giornata del Contemporaneo sarà sempre il tema dell’ecologia, connesso a quello della sostenibilità: urgenze globali che ci mettono di fronte alla necessità di ripensare il sistema dell’arte contemporanea tramite una rinnovata consapevolezza e una più diffusa sensibilità.

Prendendo spunto da due mostre collettive organizzate dalle curatrici Daphne Vitali e Caterina Riva, la prima al Museo Nazionale d’Arte Contemporanea di Atene (EMST) nel 2009 e la seconda al MACTE – Museo di Arte Contemporanea di Termoli, Italia, nel 2022, e la ricerca visiva dell’artista Jennifer Nelson, la discussione si concentrerà sul rapporto dell’arte contemporanea con la coscienza ecologica, l’idea di partecipazione attiva e l’estetica della cura. Queste due mostre hanno incentrato il loro quadro teorico sul saggio Le tre ecologie del filosofo e psicoanalista francese Felix Guattari, scritto nel 1989, che sostiene che l’ecologia non è più intesa come una scienza puramente fisica, ma come una scienza delle correlazioni e deve studiare il rapporto dell’individuo in relazione all’ambiente culturale, sociale, economico e fisico.

Relatrici

Le opere interdisciplinari di Jennifer Nelson sondano il potenziale della coreografia sociale ed ecologica. È impegnata nel riallineamento giocoso degli spazi sociali attraverso l’iniziativa collettiva e nelle possibilità di trasformazione dell’atto individuale. Il suo profondo interesse per la co-creazione e le sue possibilità politiche, estetiche e sociali si estende a tutta la sua pratica di artista e insegnante. Ha studiato Nuovi Generi e ha conseguito un MFA presso l’Università della California a Los Angeles, e ha ricevuto una borsa di studio Guggenheim per le Arti Visive. Attualmente è docente di ricerca presso l’American College of Greece, dove ha contribuito a fondare il programma di arti visive. Ha esposto in musei, gallerie e festival in Europa, Asia e Stati Uniti.

Caterina Riva è curatrice e Direttrice del MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli, dove ha curato tra le altre, la mostra Le 3 ecologie (2022). Ha un Master in curatela dall’Accademia di Brera di Milano e un MFA in Curating dal Goldsmiths College di Londra. Ha co-fondato e diretto FormContent, uno spazio di progetto a Londra (2007–2011). È stata Direttrice di Artspace, Auckland, Nuova Zelanda (2011–14) e Curatrice presso l’Institute of Contemporary Arts Singapore (2017–2019).

Daphne Vitali è storica dell’arte greco-italiana e curatrice presso il Museo Nazionale d’Arte Contemporanea di Atene (EΜΣΤ) dove ha curato numerose mostre come la mostra collettiva Expanded Ecologies, Perspectives in a Time of Emergency. La sua ricerca curatoriale è incentrata su pratiche artistiche basate sulla ricerca, con particolare attenzione alle questioni sociali, politiche ed ambientali. Ha curaro mostre in numerosi musei e fondazioni come la Galleria Nazionale di Roma; DEPO, Istanbul; MOMus, Salonicco; Rongwrong, Amsterdam; Fondazione Giuliani, Roma; QUARTER Centro Produzione Arte, Firenze; Macedonian Museum of Contemporary Art, Salonicco, ed altri. Si è laureata in Storia dell’ Arte presso l’Università Camberwell College of Arts a Londra e si è specializzata in Teoria dell’Arte Contemporanea presso il Goldsmiths College a Londra.

 

  • Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di Atene